Una guida per acquistare la migliore bici pieghevol

Una guida per acquistare la migliore bici pieghevol

Una bicicletta pieghevole è come la tua bicicletta convenzionale; l’unica caratteristica distintiva è il meccanismo pieghevole che consente grande praticità nel trasporto e nello stoccaggio. Con le persone che cercano di sfruttare al meglio lo spazio disponibile a loro disposizione, le biciclette pieghevoli sono diventate la scelta preferita.

Esiste una vasta gamma di biciclette pieghevoli con diversi design del telaio, dimensioni delle ruote, meccanismi di piegatura e ingranaggi. Il migliore per te dipende dal tuo profilo ciclistico e dalle tue esigenze.

1. Tipo di giro –

Il tipo di guida che fai è la considerazione più importante. Usi la bicicletta per i viaggi di piacere dietro l’angolo, o la usi per i tuoi spostamenti regolari in ufficio o la usi per le escursioni in montagna? Le biciclette per il pendolarismo regolare devono essere confortevoli e leggere; eppure hanno bisogno di resistere ai viaggi regolari. Le mountain bike sono progettate per i viaggi fuoristrada attraverso una serie di terreni.

2. Dimensione della ruota –

Il prossimo criterio da scegliere è la misura della ruota. Determina quanto la tua bicicletta sarà portatile e il comfort di guida. 26 “, 24”, 22 “, 20” 16 “e 14” sono i diversi diametri di ruote disponibili. Le bici pieghevoli da 14 “e 16” sono tra le ruote più piccole, progettate per il tempo libero. Le dimensioni delle ruote più piccole non sono così stabili in curva. Le ruote pieghevoli da 26 “sono invece montate sulle mountain bike in quanto offrono il massimo livello di stabilità.

3. Design e materiale del telaio –

L’idea di includere un meccanismo pieghevole è di aggiungere funzionalità alla bici. Il telaio e il materiale di costruzione hanno voce in capitolo. Alluminio, acciaio, fibra di carbonio e titanio sono i materiali da costruzione comunemente usati per le biciclette pieghevoli. Il titanio e la fibra di carbonio sono leggeri, ma molto costosi. L’alluminio e l’acciaio sono estremamente resistenti, ma più pesanti con l’acciaio è il più pesante.

Il design del telaio non dovrebbe rendere ridondante il meccanismo di piegatura.

4. Ingranaggi o nessun ingranaggio –

I ciclisti dilettanti possono chiedere quale sia la differenza di marcia per le prestazioni di una bici. Uno, ti permettono di regolare la velocità. Inoltre, facilitano le manovre su terreni difficili come le aree collinari. L’unico vantaggio offerto da una bicicletta senza cambio è che si rompe meno spesso.

5. Manutenzione –

Le biciclette, siano esse pieghevoli o non pieghevoli, richiedono una manutenzione regolare per prestazioni ottimali. I componenti della tua bici come le camere d’aria, i pneumatici, i cerchioni e altri pezzi di ricambio dovrebbero essere facilmente disponibili. In caso contrario, dovrai pagare un extra per riceverli. Non solo, sarai in grado di utilizzare la tua bicicletta fino a quando non verrà riparata.

6. Facilità di piegatura –

Quanto è facile piegare la bici? Marchi diversi utilizzano diversi meccanismi di piegatura. C’è la piega divisa, cerniera triangolare e meccanismo di rottura. Nel meccanismo rovesciato, la bicicletta ha una sola cerniera che consente di piegare la bicicletta a metà. È più veloce da piegare. Il meccanismo a cerniera triangolare presenta più cerniere e ganci e consente di piegare la bici in una forma più compatta. Ma è più complicato in confronto. L’ultimo consente di piegare la bicicletta smontando le parti selezionate.

Quindi, quando acquisti una bici pieghevole, considera tutti questi fattori. Confronta le bici di diverse marche a diversi prezzi per ottenere solo il meglio.