Cosa c'è tra te e la tua bicicletta? Probabilmente qualsiasi numero di disturbi indotti dal disagio

Gli amanti della bicicletta per tutta la vita che dicono di essersi abituati a divorare tutti quelli divisi sulle loro affidabili selle “convenzionali”, fate attenzione ai danni fisici che potreste fare a voi stessi. È probabile che tu non abbia effettivamente “rotto” la tua sella come potresti pensare … la sella ti ha distrutta, anche se potresti non volerlo ammettere! Immagina quanto più potresti andare se non dovessi costantemente sorridere e sopportare il disagio. Sicuramente le prestazioni del ciclismo dovrebbero essere una questione di forma fisica e forza, non la soglia del dolore.

Ciclisti per il tempo libero: la sensazione di intorpidimento che si prova durante e dopo la corsa è molto reale. Il tuo corpo sta cercando di dirti qualcosa e dovresti iniziare a prestare attenzione ai suoi avvertimenti.

E per quelli di voi che le biciclette non fanno altro che raccogliere la polvere nel garage perché li trovi troppo scomodi: se ci fosse una soluzione economica a questo disagio, non preferireste abbandonare la macchina una volta ogni tanto in favore di una delle migliori forme di esercizio c’è?

È la continua e concentrata pressione sul perineo (biforcazione) delle tradizionali selle per biciclette che produce dolore, intorpidimento e perdita di sensibilità (e nel caso di circa il 4% dei maschi anche disfunzioni sessuali) vissuta dagli appassionati di ciclismo. Arterie e nervi possono essere danneggiati e nessuna imbottitura artificiale lo dimostrerà in modo efficace.

Naturalmente non ci sono “selle mediche” senza naso, ma hai mai provato a guidare una bici a velocità elevata su uno di questi, figuriamoci fermarci sopra (alcuni dicono che si sente come pedalare su una bicicletta stando seduti su un pallone da calcio) , per far sentire la bici alticcia, specialmente quando ti stai abbassando per qualsiasi motivo, come prendere una bottiglia d’acqua o regolare una cinghia da scarpe, non girare con te. Ti senti come se fossi su un trespolo, separato dalla bici invece di uno con esso).

Il fatto è che il cavallo non è progettato per prendere lo sforzo quando si è seduti o in sella: questo è il lavoro delle ossa del sedere interiore (tuberosità ischiatiche) e anche allora i punti di pressione devono essere variati. Hai mai provato a stare seduto in una posizione su un divano o a letto per periodi prolungati? Devi cambiare posizione lentamente ogni tanto. Quindi, con la superficie relativamente piccola della sella del ciclo, la capacità di trovare posizioni di seduta leggermente alterate è significativamente più importante.

“Prova questo test rapido”

Mentre stai guidando la tua bici, non tutto il tuo peso è in sella alla sella, naturalmente, perché parte della tensione viene assorbita dalla forza di ribaltamento avversaria sui pedali (e, in misura molto minore, dal tuo le braccia mentre afferrate il manubrio).

La prossima volta che sei sulla tua bici, prova a togliere i piedi da entrambi i pedali allo stesso tempo. Puoi farlo mentre sei in campeggio o semplicemente appoggiarsi a un muro se fermo.

Ora vedi per quanto tempo puoi tenerlo. È probabile che sentirai davvero la pressione della sella sul tuo perineo (cavallo) e troverà difficile mantenere questa posizione per un certo periodo di tempo. Questo esemplifica, anche se in misura amplificata, cosa sta succedendo quando stai cavalcando, e se questo ceppo è stato manipolato lontano dal tuo perineo, immagina solo che differenza farebbe.